Ascoltare l’arte: alcune considerazioni

Stefano Ferrari

Abstract


L’articolo considera il problema della fruizione dell’arte partendo dal libro curato da Sergio Givone e Graziella Magherini, Ascoltare l’arte. Arti figurative, letteratura, musica (Nicomp, Firenze 2012). Prende in considerazione il tema dell’ascolto – una cifra che caratterizza perfettamente sia il mondo dell’arte, in tutte le sue forme, che quello della psicoanalisi. In entrambi i campi, il termine “ascolto” viene inteso nel suo significato più ampio, come disposizione e apertura verso l’altro, così come nelle sue “opacità”: opacità della creazione artistica, ma anche opacità che caratterizza la relazione tra analista e paziente e quella dell’arte con il suo pubblico – una relazione che, come sappiamo, non è univoca, come del resto quella tra l’opera d’arte e il suo pubblico.


Parole chiave


fruizione artistica; psicoanalisi; arte; relazione oggettuale; ascolto



DOI: 10.6092/issn.2038-6184/8062

Copyright (c) 2018 Stefano Ferrari

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.