Immagini del corpo tra evidenze e visibilità

Chiara Tartarini

Abstract


L’articolo mira a indagare alcuni aspetti relativi alla natura costruita e mediata dell’iconografia medicale, intesa come un genere che traduce la fisicità in categorie intelligibili attraverso processi che conducono a derive immaginifiche, strettamente imparentate con le regole, i miti e i simulacri dell’arte. Dalle rappresentazioni tradizionali all’imaging biomedico contemporaneo, passando per la fotografia e il cinema, le tre categorie proposte (Corpi orizzontali; Corpi verticali; Corpi obliqui) suggeriscono una continuità di intenti e di esiti, aperta a una rappresentazione del soggettivo naturalmente insita nelle rappresentazioni oggettive del corpo.


Parole chiave


iconografia medicale; arte; fotografia; cinema

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2038-6184/2562

Copyright (c) 2012 Chiara Tartarini

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.