Realtà e finzione in autobiografia

Gian Luca Barbieri

Abstract


In che modo l’autobiografia riproduce la vita dell’autore? Che tipo di realtà e di verità egli ricerca? La sua ricostruzione è del tutto impermeabile all’immaginazione?
La narrazione di fiction dove attinge i suoi contenuti? La biografia dell’autore entra a farne parte in qualche modo? Attraverso un’indagine che si ispira, tra gli altri, a Sigmund Freud e a Groucho Marx, a David Metzinger e a David Foster Wallace, a Wilfred Bion e ad Albert Camus, si dimostra che realtà e finzione si incontrano in entrambe le tipologie narrative. Ci si sofferma infine sulla narrazione trans-autobiografica che contamina deliberatamente autobiografia e fiction, e sulle sue ricadute riparative.


Parole chiave


autobiografia; fiction; narrazione trans-autobiografica; riparazione; memoria



DOI: 10.6092/issn.2038-6184/8061

Copyright (c) 2018 Gian Luca Barbieri

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.