Psicologia e fotografia Comignoli sognanti e comignoli guerrieri

Tilde Giani Gallino

Abstract


L'articolo affronta due aspetti correlati alla Psicologia e all'Arte. Il primo aspetto riguarda le affinità riscontrabili tra  fotografia e varie Scuole di psicologia sperimentale. Ad esempio, gli studiosi della Psicologia della Teoria etologica, e della Comunicazione non verbale (CNV), osservano con particolari metodologie i messaggi non verbali che animali e esseri umani trasmettono ai propri simili attraverso la mimica facciale, la postura, la gestualità. Lo stesso fanno i fotografi (quelli che usano la “camera” con buona sapienza del medium e con “occhio fotografico”) quando si guardano attorno, attenti a cogliere una espressione, un atteggiamento inconsueto, un gesto d’amicizia. Un’altra Scuola di psicologia, la Gestalpsychologie o Psicologia della Forma (Gestalt: forma, figura, configurazione),  attribuisce valore determinante alla percezione dello spazio, al primo piano e allo sfondo, alla prospettiva e ai punti di fuga, al contrasto fra bianco e nero. Tutti questi argomenti interessano tanto gli psicologi quanto i fotografi. Il secondo aspetto fa riferimento all'arte di Antony Gaudì e avanza qualche ipotesi circa la personalità e il comportamento del grande architetto, nella costruzione di due case,  "Casa Batllò" e "Casa Milà",  in particolare per le forme o Gestalt dei "comignoli" che dominano i due edifici. In tale studio collaborano fra loro l'analisi psicologica e l'arte fotografica. Quest’ultima consente di studiare anche i singoli dettagli dell’opera di Gaudì.


Parole chiave


Fotografia; Psicologia; Antony Gaudì; Psicoanalisi

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


T. Contri, Antoni Gaudí, Motta, Milano 2006.

C. Darwin, L'espressione delle emozioni nell'animale e nell'uomo, trad. it. Boringhieri, Torino 1982.

O. Fenichel, Trattato di psicoanalisi (1945), trad. it. Astrolabio, Roma 1951.

A. Freud, L’Io e i meccanismi di difesa (1936), in Opere, Boringhieri, Torino 1978.

S. Freud, Le neuropsicosi da difesa (1894), in Opere, vol. 2, Bollati Boringhieri, Torino 1989.

S. Freud, Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), Opere, in Opere vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino 1989.

S. Freud Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci (1910), in Opere, vol. 6, Bollati Boringhieri, Torino 1990.

T. Giani Gallino, L'immagine e lo sguardo. Dalla psicologia alla fotografia, Antigone, Torino 2008.

T. Giani Gallino, San Giorgio, il drago e i pittori, “PsicoArt”, n. zero, 2010, http://psicoart.unibo.it/article/view/1821.

T. Giani Gallino, Fotografia e psicologia, “Psicologia contemporanea”, n. 228, novembre-dicembre 2011, Giunti, Firenze.

T. Giani Gallino, Il lato psicologico della fotografia (Catalogo della Mostra fotografica), Galleria d’Arte Contemporanea De Chirico), Torino, novembre 2011-gennaio 2012.

E. T. Hall, La dimensione nascosta, trad. it. Bompiani, Milano 1968.

G. Kanizsa, Vedere e pensare, il Mulino, Bologna 1991.

D. Katz, La psicologia della forma, Einaudi, Torino 1950.

K. Koffka, Principi di psicologia della forma, trad. it. Bollati Boringhieri, Torino 2006.

W. Köhler, La psicologia della Gestalt, trad. it. Feltrinelli, Milano 1961.

P. Thiébaut, Gaudí, bâtisseur visionnaire, Gallimard, Paris 2001.

R. Zerbst, Gaudí. Sämtliche Bauwerke, Taschen, Köln 2005.




DOI: 10.6092/issn.2038-6184/3449

Copyright (c) 2013 Tilde Giani Gallino

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.