Dentro al Corpo: Imaging Medico e Arti Visive

Autori

  • Silvia Di Marco Centro de Filosofia das Ciências, Universidade de Lisboa

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2038-6184/2530

Parole chiave:

Imaging medico, corpo, radiografia, arti visive.

Abstract

Lo spettacolo della messa a vista del corpo interno affascina l’Occidente da oltre cinquecento anni, ma è stato solo sul finire del XIX secolo che l’invenzione della radiografia ha permesso un’esperienza radicale sul piano fenomenologico: guardare dentro a un corpo vivo. Nel XX secolo l’imaging medico si è sviluppato in maniera vertiginosa, ridefinendo il nostro modo di vedere il corpo, letteralmente e metaforicamente (si pensi alla rinnovata identità del feto, promossa dall’ecografia, e a quella della mente, determinata dall’imaging funzionale). In questo articolo cerco di esplorare alcune di queste trasformazioni, analizzando il lavoro di artisti che ci offrono rappresentazioni e discorsi sul corpo profondamente diversi, ma che sono accomunati dalla scelta di usare nelle loro opere immagini e tecnologie mediche.

 

Pubblicato

2012-01-26

Come citare

Di Marco, S. (2012). Dentro al Corpo: Imaging Medico e Arti Visive. PsicoArt – Rivista on Line Di Arte E Psicologia, 2(2). https://doi.org/10.6092/issn.2038-6184/2530

Fascicolo

Sezione

Articoli